X
Menu

Ortognatodonzia

Ortognatodonzia

L’ortodonzia é il settore dell’odontoiatria che si occupa della diagnosi, della prevenzione e della cura delle malocclusioni, presenti qualora vi sia una cattiva relazione di combaciamento fra l’arcata dentaria superiore (mascellare) e quella inferiore (mandibolare).Le malocclusioni sono prodotte da anomalie della posizione e dello sviluppo dei denti (disallineamento dentale) e da alterazioni costituzionali delle ossa mascellari e mandibolari.Obiettivo dell’ortodonzia é trattare e correggere tali anomalie che possono avere ripercussioni importanti sia a livello funzionale che estetico, inducendo disturbi a carico della muscolatura masticatoria e delle articolazioni temporo-mandibolari.

Le malocclusioni dentali inoltre (anche in situazioni di compromissione non grave), provocano significative alterazioni dell’equilibrio fra struttura dentale, strutture ossee, muscolari e tendinee ad essa collegata e sistema neuromuscolare e osteoarticolare.

Ciò significa che le patologie occlusive possono agire negativamente a livello della colonna vertebrale e a livello cranico, provocando cefalee, squilibri posturali, algie cervicali e vertebrali, disturbi della vista e dell’udito.

L’ortodonzia moderna non si limita dunque al corretto allineamento dei denti ma promuove il raggiungimento di un equilibrio ottimale fra efficienza della masticazione, salute dentale, estetica del sorriso e benessere complessivo del paziente.

 

Ortodonzia: prevenzione e trattamento

La terapia ortodontica applicata a piccoli pazienti (in presenza di denti decidui), é volta ad intercettare e prevenire precocemente non solo eventuali disallineamenti dentali ma anche disarmonie scheletriche (mascellari e mandibolari) che in fase di crescita possono essere curate con successo senza ricorso ad estrazioni e/o alla chirurgia.
Successivamente, in età pre-puberale (al termine della permuta dentaria), sarà possibile coordinare in modo ottimale l’allineamento dei denti.

I pazienti adulti rappresentano per l’ortodonzia moderna una realtà in costante incremento.

Difetti funzionali e anomalie estetiche legati al disallineamento dentale possono, anche in età adulta, essere curati con successo.
Alterazioni nella distribuzione dentaria, così come la perdita di elementi dentari a causa di estrazioni o riassorbimento dell’osso di sostegno dei denti (malattia parodontale o piorrea), provocano uno spostamento dei denti e un cambiamento dei rapporti occlusivi (malocclusione),  rendendo necessario un intervento ortodontico correttivo.

Qualora nell’adulto si presentino squilibri scheletrici importanti, la terapia ortodontica dovrà essere accompagnata da un trattamento micro-chirurgico o chirurgico.

I pazienti che necessitano di interventi ortodontico-chirurgici possono essere seguiti, all’interno del Centro, in ogni fase del loro trattamento, con la possibilità di usufruire di tecnologie e metodiche innovative di microchirurgia, in grado di ridurre notevolmente i tempi della cura.

 

Apparecchi ortodontici

La cura ortodontica é finalizzata al raggiungimento di una nuova posizione dei denti che risponda ad esigenze estetiche e funzionali.
L’ortodontista é lo specialista in grado di progettare lo spostamento dei denti a partire da una diagnosi individuale (realizzata mediante valutazione clinica, fotografica e l’ausilio radiografico), in base alla quale viene selezionata la tipologia di apparecchiatura ortodontica adatta a conseguire l’obiettivo preposto.
La terapia ortodontica si avvale di diversi dispositivi che, generando forze di trazione/pressione, attuano lo spostamento dei denti.

Apparecchi mobili o rimovibili
Si tratta di apparecchi che il paziente può mettere e togliere in autonomia secondo precise indicazioni terapeutiche.
Sono realizzati in resina acrilica e possono incorporare porzioni metalliche (viti e ganci).

Apparecchi fissi 
Sono costituiti generalmente da attacchi in metallo o ceramica (questi ultimi non visibili) , fissati direttamente sugli elementi dentali per mezzo di resina adesiva e collegati fra loro da archi in sottile filo metallico. Questi ultimi sostituiti progressivamente durante la cura dall’ortodontista, esercitano le trazioni necessarie allo spostamento dei denti. Gli apparecchi fissi possono essere applicati, modellati e rimossi unicamente dall’ortodontista.

Apparecchi invisibili
Ortodonzia linguale: 
Tecnica odontoiatrica che consente di fissare gli attacchi dell’apparecchio sulla parte interna (o linguale) del dente, rendendolo invisibile dall’esterno.
Elaborata per soddisfare esigenze di tipo estetico, l’ortodonzia linguale rende più accettabile la necessità di affrontare il trattamento ortodontico: le alterazioni fonetiche prodotte dall’impatto della lingua sugli attacchi tendono a scomparire dopo un breve periodo di adattamento.

EasyAligner
Ultima innovazione nel settore degli allineatori dentali: costituito da mascherine rimovibili in materiale elastico trasparente utilizzate in modo sequenziale, l’apparecchio Invisalign consente di sottoporsi al trattamento ortodontico nel totale rispetto dell’estetica del sorriso, in quanto completamente invisibile.

Share